domenica 9 novembre 2008

5° Ysangarda Trail (K17) Candelo (Biella)

In settimana sul Sito della manifestazione si avvisava che :
Situazione percorso al 06/11
Ricognizione su 6 km.: fango quasi assente, presenza di molte pozzanghere e attraversamenti di rigagnoli. Modificato la prima parte del persorso con 1,8 km. coincidenti sia all'andata che al ritorno. Previsioni per fine settimana in miglioramento.



Peccato che a parte i primi classificati della 17 km ,molti abbiano sbagliato il percorso.Pur essendo ridotta a 15 km,io ho fatto piu' di 18 km ,altri ho sentito ne hanno fatti adirittura 22 di km,un gran casino...Penso che l'errore sia stato quello lasciare le vecchie segnalazioni,e questo a confuso tutti;una leggerezza,magari bastava mettere una persona a presidiare il punto critico...,ci siamo trovati prima in 4 podisti, poi da solo a girovagare per i boschi,..ci fossero stati almeno i funghi !
Peccato, perche' il percorso era veramente bello,e anche il resto dell' organizzazione si e' visto, ha lavorato molto per la riuscita della manifestazione.
Capita...,ho fatto un buon allenamento !
NB la gara mi sembra non fosse FIDAL

9 commenti:

franchino ha detto...

Peccato sbagliare il percorso, nei trail capita più frequentemente vero? Però credo che l'organizzazione possa fare qualcosa di più, anche perchè molti non sono del posto e se si perdono per i boschi poi valli a ritrovare...

La Polisportiva ha detto...

terribile vanificare una gara perchè mal segnalata...(a meno che non sia una gara di orientamento!!). L'organizzazione dovrebbe garantire che il percorso sia più che evidente per tutti.

Daniele ha detto...

se me lo dicevi ti prestavo la mia bussola da geologo eheheheh!!

Massimo ha detto...

E' andata cosi',pazienza...
Ho gia' visto di peggio in qualche gara su strada,e li' e' ancora piu' grave...

La bussola e'la stessa di Salbertrand ? hihihi...!

... E IO CORRO! ha detto...

..castagne? "Famiole"? Niente di niente...??
Scherzi a parte.mi sarebbe preso il panico in una situazione simile.

Furio ha detto...

Ciao Massimo, questa gara è da quando ho iniziato a correre che la seguo con crescente voglia di parteciparvi; peccato per i disguidi organizzativi.

Massimo ha detto...

mi e sembrato di sentire le rane che sguazzavano nei laghetti che abbiamo saltato...

Forse la 30 km ha dato meno problemi;a parte che ascoltando Mersi che parlava con un altro podista,pare che a un certo punto c'era una curva a gomito , e anche li' qualcuno e' andato per la tangente...!
E che per gare di questo genere, ci vogliono persone che siano veramente appassionate...,perche' non basta che qualcuno si piazzi con le moto dove la strada e' facile,ma bisogna presidiare anche l'interno del bosco dove evidentemente non ci si arriva facilmente...;sono comunque conscio che puo' sempre capitare l' imponderabile...,e che ,ripeto: a parte questo disguido,tutto il contorno e' stato spettacolare !

Andrea ha detto...

Mi hai fatto tornare alla mente l'unica edizione della Canischio-Monte Soglio a cui avevo preso parte. Era una bella giornata ed ero riuscito a perdermi non nel bosco, ma nel prato!!!! Solo a me poteva succedere... Se avessi partecipato alla tua gara, immagino che ancora oggi parlerebbero della mia scomparsa al regionale... ;-)

Massimo ha detto...

Nonostante abbia pregato il cronometrista di non inserirmi nella classifica,perche' avendo percorso 3 km non avrebbe avuto senso:niente d fare...capatoste !
http://www.runningpassion.it/files/K17_2008.pdf
Da notare che il 7° e 8° ci sono 13' di ritardo...,secondo me il salto da li' in poi e' dovuto alla carenza delle segnalazioni,infatti i primi erano guidati dal battistrada in moto...